Aree attività
  Scadenziario
Novembre 2019
DomLunMarMerGioVenSab
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
  Servizio SMS
  Servizio Meteo
SMART WORKING

Smart Working

 

Il lavoro “agile”, più comunemente conosciuto come Smart Working, è la risposta positiva al cambiamento che, grazie all’innovazione tecnologica, sta attraversando il mondo del lavoro. Già presente in Italia nel settore dei servizi, questo fenomeno interesserà presto anche il modo di approcciare al lavoro in diversi contesti industriali. Negli ultimi anni questo trend ha subìto un’accelerazione: l’evoluzione delle tecnologie informatiche e della robotica sta, infatti, spingendo anche i grandi gruppi del manifatturiero verso l’utilizzo di forme di lavoro flessibile in mobilità, grazie alla digitalizzazione dei processi.

Il modo in cui le persone comunicano sta cambiando e, di conseguenza, anche l’ambiente di lavoro si sta trasformando. Lo Smart Working consente di superare il tradizionale sistema lavorativo limitato da vincoli come lo spazio fisico, legato ad esempio alla timbratura del cartellino o a una scrivania fissa, e permette ai dipendenti di lavorare con maggiore autonomia fuori dall’ufficio, non necessariamente da casa, con gli stessi strumenti aziendali. Occorre trovare il giusto bilanciamento tra la gestione dei processi da remoto, con la facilità di connessione aziendale, e la sicurezza degli accessi, con prestazioni equivalenti a quando ci si trova in ufficio. La soddisfazione e la motivazione dei dipendenti è garantita da un’elevata flessibilità e qualità del “work-life balance”, perché viene conciliata la gestione del lavoro e della vita privata.

Aumentano, così, anche la libertà e la responsabilità di ciascun lavoratore, grazie a un rapporto centrato soprattutto sul raggiungimento degli obiettivi e non sul tempo impiegato per il lavoro. Parallelamente, le aziende che utilizzano queste nuove soluzioni di lavoro smart, insieme ad adeguate policy organizzative, possono ottenere maggiore produttività, efficienza e riduzione dei costi, con un approccio eco compatibile che aumenta anche i livelli di sostenibilità, riducendo ad esempio gli spostamenti casa-ufficio.

In questo nuovo contesto, gli strumenti digitali sono fondamentali: i device mobili permettono, infatti, di lavorare fuori ufficio sfruttando collegamenti veloci e sicuri per accedere e condividere i dati aziendali. Lo Smart Working può essere adattato ed interpretato in modo personalizzato, secondo le diverse esigenze, e per farlo occorre considerare inoltre i differenti punti di partenza, in termini di cultura aziendale ed organizzazione, per cogliere tutti i vantaggi e le opportunità del lavoro “agile”.

 

Per avviare un’iniziativa di Smart Working all’interno delle aziende è necessario tenere ben presenti 3 leve:

-          i comportamenti - il concetto di lavoro flessibile comporta un’ottica di misurazione degli obiettivi e non più delle ore di lavoro che si svolgono. Lo Smart Working richiede un rapporto di fiducia trasparente tra l’azienda e il lavoratore, che viene così responsabilizzato ulteriormente. Per questo, la parola chiave nei comportamenti è fiducia;

-          gli spazi fisici - trattandosi di una tipologia di lavoro basata su collaborazione e flessibilità, anche gli spazi fisici devono adeguarsi ad un modo di lavorare smart. Il concetto di lavoro legato ad obiettivi implica la possibilità di lavorare non necessariamente negli spazi aziendali;

-          la tecnologia - è il fattore abilitante per utilizzare nuove modalità di lavoro “agile” e, pertanto, deve essere adattata alle reali esigenze di collaborazione e lavoro smart, con soluzioni accessibili da qualunque luogo e da ogni device (pc portatile, tablet e smartphone), rispettando aspetti sia di sicurezza che di flessibilità per il lavoratore. È necessario disporre, quindi, di soluzioni che permettano l’accesso alle risorse aziendali in modalità cloud, la condivisione di documenti e una comunicazione unificata sui diversi canali.

 

Lo “Studio Morisco Ragni” fornisce  gli strumenti per comprendere e progettare iniziative di Smart Working in modo sistemico con specifica attenzione agli argomenti sotto riportati.

  1.  Lavoro agile: nozione, obiettivi e contenuti della prestazione

  2.  Forma e recesso, la regolamentazione individuale "allargata"

  3.  Il trattamento retributivo (e la particolarità degli incentivi di produttività)

  4.  Il potere di controllo e disciplinare del datore di lavoro

  5.  Protezione e riservatezza dei dati, custodia degli strumenti informatici

  6.  Salute e sicurezza, obblighi datoriali e cooperazione del lavoratore agile

  7.  Infortuni e malattie professionali, il "luogo prescelto di lavoro"

  8.  L'accomodamento ragionevole a sostegno della disabilità

  9.  Contratto di Lavoro agile Facsimile

10.  Esempio di informativa per lavoratori agili ai sensi dell'articolo 36 del decreto legislativo 81/2008

 

 

  Servizi esclusivi



  O.D.C.E.C. Torino
  Servizio online
Verifica Partita I.v.a.

  Login utenti
Login
Password
Copyright (2007-2019) by Studio Morisco Ragni - Dottori Commercialisti - Webdesign & programming by Onix informatica